Antonella Silvestrini

Freud introduce una rivoluzione con la constatazione di una logica particolare inconscia, perché parte proprio da ciò che nell’ambito scientifico era un difetto, una mancanza e lui incomincia e dà dignità. Dà la dignità alla castrazione, dà dignità alla mancanza.
Leggi tutto

Sergio Dalla Val

Quando la parola non si limita più al dialogo platonico o alla logica predicativa aristotelica, quando il fare travalica i concetti di bene o di male, quando la scrittura trae le cose al compimento e alla riuscita, l’esperienza si trova in una trasformazione incessante, la esige.
Leggi tutto

Ruggero Chinaglia

La scienza non è democratica, la scienza non segue l’impostazione della maggioranza, la scienza esige che ciascun caso trovi il suo modo per giungere alla qualità, per giungere, dunque, a quel risultato che vale per quel caso; per altri può anche non valere, questo non toglie validità al modo, perché riguarda quel solo caso e […]
Leggi tutto