Alessandro Atti

La cosiddetta scienza, di che cosa parla? Parla davvero delle cose (che presume “esterne” e “amorfe”), oppure indaga in un mondo dopo averlo fatto diventare antropomorfo, cioè simile all’uomo, con questa umanizzazione delle cose, rilevata da Vico, che servono a capirle? La scienza capisce veramente qualcosa di quello che sta avvenendo, oppure capisce quello che […]
Leggi tutto

Aleksandr Jakovlev

Abbiamo allora forse ingenuamente pensato che ci sarebbe bastato annunciare di dare al popolo la libertà e sarebbe diventato tutto un ballare nelle piazze dalla gioia. Invece, più che della libertà, l’uomo comune si occupava della sua sopravvivenza, di sbarcare il lunario, diciamolo chiaramente.
Leggi tutto

Sergio Dalla Val

Quando la parola non si limita più al dialogo platonico o alla logica predicativa aristotelica, quando il fare travalica i concetti di bene o di male, quando la scrittura trae le cose al compimento e alla riuscita, l’esperienza si trova in una trasformazione incessante, la esige.
Leggi tutto